cheap michael kors uk Gabriele D’Annunzio

Toppgalleriet

Gabriele D’Annunzio

Credevo che almeno dopo la morte mi avrebbero lasciato in pace. Mi sbagliavo.

Un ormai rassegnato Friedrich Nietzsche che, dopo essersi rivoltato parecchie volte nel suo loculo, commenta l’idea del superuomo dannunziano.

Io credevo che per me potesse tradursi in realt il sogno di tutti gli uomini intellettuali: essere costantemente infedele a una donna costantemente fedele

Gabriele D’Annunzio che si arrampica sugli specchi i

Gabriele D’Annunzio

Credevo che almeno dopo la morte mi avrebbero lasciato in pace. Mi sbagliavo.

Un ormai rassegnato Friedrich Nietzsche che, dopo essersi rivoltato parecchie volte nel suo loculo, commenta l’idea del superuomo dannunziano.

Io credevo che per me potesse tradursi in realt il sogno di tutti gli uomini intellettuali: essere costantemente infedele a una donna costantemente fedele

Gabriele D’Annunzio che si arrampica sugli specchi in maniera vergognosa

Ti sento nei miei sensi e sento che i miei sensi non sanno che obbedire alla tua chiamata.

Gabriele D’Annunzio, Ode alla sveglia

Gabriele D’Annunzio o GABRIELE D’ANNVNZIO o, come soleva chiamarlo il suo migliore amico Benito Mussolini, Water d’Italia ( Pescara, 12 marzo 1863 Favelas di Gardone riviera, 1 marzo 1938) fu uno dei pi grandi pervertiti che la storia d’Italia ricordi, se non il pi grande. Eroe di guerra, fu anche il simbolo del decadentismo della mano sulla coscia delle ragazzine in minigonna sui tram e sui treni. Si impicci per quarant’anni nella politica italiana tentando di far valere i propri ideali sopra quelli degli altri scoprendo ben presto di aver sbagliato in principio, infatti non facendo parte del clero la sua presenza godette sempre di una attenzione pari allo zero da parte dei gerarchi fascisti.

Articolo della Settimana

dal 9 marzo 2009 al 16 marzo 2009.

Un giovane Gabriele D’Annunzio intento a comporre Bocca di rosa e Il Pescatore, canzoni che poi doner al suo amico, compagno di bevute e prostitute Fabrizio De Andr

Gabriele D’Annunzio terzo figlio di Paolo Rapagnetta e Luisa de Benedictis[1] nasce a Pescara il 12 marzo del 1863, appena nato dimostra le sue grandi qualit palpando il sedere all’ostetrica che lo aveva fatto nascere e gridando "s, ancora!" dopo che gli aveva schiaffeggiato il sederino. L’infanzia di Gabriele pass felice, il poeta fin da piccino non si vergognava a dimostrare le sue perversioni facendosi trovare pi volte dai suoi familiari intento a spogliare le Barbie delle sorelle e a far provare loro le posizioni del kamasutra con Ken. Nel 1879 D’Annunzio pubblica la sua prima opera "Primo Vere" che non ottenne il successo sperato ma, come per Elio e le storie tese a Sanremo, vinse il premio della critica. Il giovane Gabriele deluso dalla situazione per trovo il modo di farsi pubblicit: mise in giro la falsa notizia di essere morto cadendo da cavallo e di aver lasciato dieci bollini dell’AGIP all’interno di ogni suo libro attirando l’attenzione verso di lui sia da parte degli intellettualoidi dell’epoca che delle associazioni dei consumatori. Queste sue conoscenze lo faranno poi parlare di una Roma Bizantina per via dei toga party a cui era costretto a partecipare dalle sue allegre amichette. Grazie alle sue donne infatti D’Annunzio riusc a uscire dai ghetti di Roma e dalle viuzzule malfamate piene di senegalesi spacciatori di bamba per accedere alla Roma bene del lusso e degli sfarzi ma soprattutto dei vestiti attillati. Gabriele e le sue amiche portavano all’interno di Roma un nuovo messaggio di trasgressione che schifava e allo stesso tempo incuriosiva ed eccitava i signorotti locali facendo pian piano chiedere a tutti se fosse davvero vero che per far sesso con la propria moglie bisognava spalmarsi di feromoni di ape e se fosse meglio la marmellata di mela o quella di kiwi da usare come lubrificante. Le risposte non tardarono ad arrivare: 5 uomini vennero assaliti da sciami d’api inferocite e una decina di donne vennero azzannate da degli orsi affamati nelle parti basse per via della marmellata. Da quel momento le denunce ai danni del povero Gabriele cominciarono a fioccare costringendo D’Annunzio a fare la cosa che odiava pi al mondo: lavorare, visto che suo padre si era rifiutato di sobbarcarsi per l’ennesima volta tutte le spese legali e le mazzette al giudice. Gabriele D’Annunzio cominci allora la sua esperienza lavorativa provando come prima occupazione quella del puttano, ma decise di abbandonarla dopo aver visto che l’et della maggior parte delle sue clienti oscillava trai 65 e i 102 anni. Si diede dunque al giornalismo; il giovane D’Annunzio lavor per molti giornali riempendo le pagine delle cronache rosa dei suoi sfavillanti idilli amorosi curandosi ovviamente di omettere la parte della contrattazione del prezzo della prestazione. Nel 1883 spos nella sua cappella adibita a chiesa per l’occasione Maria Hardouin duchessa di Gallese, da cui ebbe tre figli: Mim, Coc e Stocazzo.

In questo periodo D’Annunzio pubblica il suo primo romanzo intitolato: "Il piacere" si va cos a creare un primo gruppo di suoi fun, il cosiddetto pubblico dannunziano, amante delle sue storie al limite della decenza che i critici del ventesimo secolo hanno equiparato per valore artistico e culturale ai curriculum vitae di Costantino e Daniele Interrante

[modifica] La fine del periodo romano

Un ancor giovane Gabriele D’Annunzio mentre impreca contro un piccione dell’aviazione austriaca che aveva sganciato una epica cagata sopra al suo cappello nuovo. Ancora non sa che questa diventer consuetudine per le sue statue.

Nel 1891 ha fine il periodo romano di Gabriele D’Annunzio che, stanco di non poter acquistare pi la droga dal suo pusher di fiducia senza sentirsi il fiato della pula sul collo, decise di trasferirsi in quella che allora era la capitale della droga e del sesso interazziale, interreligioso e interista: Napoli. Arrivato nella citt partenopea e fattosi indicare tutti i pusher e bordelli della zona decise di provare, per festeggiare, la droga pi potente conosciuta all’epoca: le opere, la vita e i calendari os di Friedrich Nietzsche la cui lettura continuata per parecchie ore caus nella gi disordinata mente del vate una reazione a catena che port un collasso nel lobo del cervello che coordinava i rapporti con il gentil sesso. Due giorni dopo, ripresosi dal trip nietzschiano, decise di acquisire parte degli ideali di Nietzsche perch i suoi libri potessero acquisire un nuovo spessore culturale e perch i suoi lettori potessero provare quello che lui aveva provato nelle ultime ore. Per apprendere tutti i segreti della filosofia del tedesco, D’Annunzio decise di intraprendere un viaggio in Tibet ma, visto che quel giorno alzandosi dal letto si era fatto male al piede, ripieg sulla collina dietro casa sua; questo port D’Annunzio a travisare le idee di Friedrich vedendo fin da subito nel superuomo nietzschiano la figura eroica e spavalda di Superman e quella sensibile e sensuale di Gayman, difensori dagli oppressi dal male e dalla passera.

Nel 1897 Gabriele prov l’esperienza politica che visse come tutte le altre della sua vita: tipicamente da testa di cazzo. Eletto deputato dal partito di destra dell’epoca pass subito dalla parte dei moderati di sinistra giustificandosi con la frase "vado verso la vita". Cosa intendeva D’Annunzio con quella frase? Ovviamente intendeva andare verso ci che dona la vita ergo la vagina! In quello stesso anno infatti il vate cominci una relazione con l’attrice Eleonora Duse. Per vivere accanto alla sua nuova fiamma D’Annunzio si trasfer nei dintorni di Firenze nella residenza "La capponcella" che venne rinominata in suo onore "La pappona porcella" trasformandola in una villetta in pieno stile decadente[2]. in questo periodo che si situa gran parte della drammaturgia dannunziana, stile piuttosto innovativo per l’epoca e non visto di buon occhio dai componenti della nobilt e del clero pi bigotti, che odiavano quel suo scrivere di avventure erotiche con dovizia di particolari[3] . Per via di queste antipatie le malelingue in poco tempo gli attribuirono il soprannome di Ero poet, letteralmente poeta pervertito.

Nel 1904 il suo idillio d’amore con la Duse fin con la pubblicazione de "Il fuoco" libro scottante che caus ustioni di terzo grado su tutto il corpo dell’attrice e la rese permanentemente invalida. Nel 1910 D’Annunzio fugg in Francia per sfuggire ai suoi creditori, agli avvocati della moglie ma soprattutto alle ronde padane che rischiavano di rovinargli le sue avventure notturne. Per cinque anni non ritorn in Italia preferendo rimanere a Parigi, patria della dissolutezza e della decadenza dei valori morali. D’Annunzio infatti riusc a continuare la sua vita da ero poet anche in Francia per il fatto che le sue opere erano state tradotte dalla letterata Eva Angelina e l godeva di una grande fama ma soprattutto di una grande fame di donne francesi. Da bravo impiccione per non riusc a staccarsi completamente dalla politica italiana e scrisse infatti le odi alla guerra in Libia intitolate "Gl’idi dei negron" e diversi editoriali per altrettanti giornali.

[modifica] Gli anni della guerra

Gabriele D’Annunzio durante un rantolo nazionalista nella citt di Fiume che gli far vincere la gara di rutti che si stava svolgendo parallelamente alla sua filippica.

Nel 1915 D’Annunzio ritorn in Italia dove rifiut la cattedra di letteratura italiana perch, secondo la sua religione, non poteva prendere il posto di uno il cui nome aveva almeno due lettere in comune col suo cognome. Gabriele condusse fin da subito una propaganda interventista e il 24 maggio di quell’anno si arruol volontario nell’esercito di sua maest, indubbio che il motivo di questa sua scelta fu per il fascino che le uniformi avevano sul gentil sesso e per il fatto che era risaputo che una o due cicatrici di guerra facevano letteralmente sciogliere le pulzelle. Gabriele insieme alla sua squadra cominci a fare delle dimostrazioni aeree e navali, famoso il volo su Vienna del 9 agosto 1918, una trasvolata compiuta dalla 87 squadriglia detta anche La serenissima che per tanto tranquilla non era visto che essere capitanati da un poeta mezzo pazzo e fissato con le donne non proprio il massimo. Il volo era stato progettato dallo stesso D’Annunzio l’anno prima durante un trip a base di funghi allucinogeni e idee nazionalsocialiste. Fin da subito i suoi superiori tentarono di mettergli i bastoni fra le ruote asserendo che una trasvolata di mille km fosse troppo per l’autonomia dei loro aeroplani. Di tutta risposta il poeta sedusse le figlie degli ufficiali e, portate sopra il suo aeroplano, ebbe rapporti sessuali con loro per dieci ore consecutive dando prova che gli aeroplani potevano volare cos a lungo e ricattandoli che se non gli avessero dato il consenso di effettuare il volo avrebbe fatto sapere a tutti delle loro scandalose figliolette. Un primo tentativo di volo si ebbe il 2 agosto, per D’Annunzio dovette rinunciare per colpa della nebbia; una seconda volta provarono il 4 agosto, per a dire di Gabriele la tinta del cielo quel giorno era troppo smunta per una impresa cos epica; il 7 riprovarono ma purtroppo stavolta era il colore degli aeroplani: un grigiettino a non soddisfare il vate, l’8 invece era l’inclinazione di una mitragliatrice a renderlo scettico. Finalmente il 9 i compagni di plotone di D’Annunzio lo zittirono promettendogli una notte da solo con la figlia del caporal Arturo Ferrarin e l’impresa pot cominciare. Gli 11 aviatori partirono e dopo 10 ore di viaggio e dopo aver tentato di sganciare le bombe scoprirono che non avevano bombe e che erano state abilmente sostituite da un volantino da parte del vate. Potete immaginarvi la faccia che fecero tutti quegli aviatori dopo aver scoperto di aver percorso millanta miglia solamente per sganciare degli stupidi volantini.

In quegli anni D’Annunzio compr una mitragliatrice che gli "cost un occhio della testa". Letteralmente. Nel gennaio del 1916, costretto a un atterraggio d’emergenza D’Annunzio sub una lesione all’altezza della tempia e dell’arcata sopraccigliare, urtando contro la mitragliatrice del suo aereo. Non cur la ferita per un mese e ci port alla perdita di un occhio. Il bello di questa storia che tutta vera. In questo periodo Gabriele compose il "Notturno" opera in prosa che parla della sua vita da guercio. Finita la guerra D’Annunzio si fece portatore del malcontento della gente per la vittoria mutilata e per il caro prezzi dei preservativi di lana che ormai erano diventati parte della sfera di erotismo di cui non poteva pi fare a meno. Trov un fedele sostenitore in questa politica in Benito Mussolini e nel malcontento popolare che port in breve tempo l’avvento in Italia del liberismo sessuale.

Il culmine per dell’attivismo dannunziano si ebbe nel 1919 quando D’Annunzio insieme ad altri volontari prese possesso con la forza della citt di Fiume, che le potenze alleate non avevano assegnato all’Italia nonostante D’Annunzio l’avesse occupata qualche anno prima coi carrarmatini verdi giocando a Risiko. Il 12 novembre 1920 il governo italiano tent la mediazione con D’Annunzio che rifiut categoricamente; due giorni dopo le truppe alleate entreranno a Fiume e lo prenderanno, come si dice in gergo militare, a calci in culo, rimandandolo a casa senza neanche passare dal via. Il bilancio delle vittime di quella battaglia fu di 12 donne fiumane stuprate in fretta e furia da D’Annunzio che non aveva ancora avuto il quinto rapporto sessuale giornaliero con loro.

Dopo le disavventure a Fiume D’Annunzio ormai troppo vecchio e stanco per combattere ancora contro i mulini a vento decise di trasferirsi in una casa nella citt Gardone Riviera. La casa verr poi chiamata da lui il "Vittoriale degli italiani" in ricordo imperituro delle sua superbia e delle sue avventure a luci rosse con una serva di nome Vittoria. Vivr gli ultimi anni attorniato da belle ragazze nella sua villa; per nonostante questo prender la cattiva abitudine di masturbarsi con il calendario os del duce Benito Mussolini. Morir il 1 marzo 1938 per una emorragia cerebrale cadendo da una finestra di casa sua.

ray ban sunglasses uk
cheap longchamp bags
michael kors outlet uk
cheap longchamp
cheap ray bans uk
longchamp outlet uk
cheap north face
cheap michael kors
cheap moncler uk
the north face outlet uk
cheap michael kors uk
cheap the north face
ray ban outlet uk
moncler outlet uk
cheap ray bans
cheap longchamp uk

相关的主题文章:

Läs mer › 2

onsdag 25 november

cheap ralph lauren Are Feed And Hay Combinations A Scientific Formula

Toppgalleriet

Are Feed And Hay Combinations A Scientific Formula <br /> <br />Setting up a good feeding program for your horse can become overwhelming. There are so many choices when it comes to deciding what type of feed is best. Choosing high quality hay is a good place to start. The way a horse's digestive system works the high fiber and roughage found in quality forage is good for them. <br /> <br />For years horsemen have used alfalfa hay which has its pros and cons. Aside from the expense and its limite

Are Feed And Hay Combinations A Scientific Formula

Setting up a good feeding program for your horse can become overwhelming. There are so many choices when it comes to deciding what type of feed is best. Choosing high quality hay is a good place to start. The way a horse's digestive system works the high fiber and roughage found in quality forage is good for them.

For years horsemen have used alfalfa hay which has its pros and cons. Aside from the expense and its limited availability, the hay itself is so rich in nutrients and so fine, it can actually cause health and even behavior problems for a horse. However, using alfalfa hay in small amounts can be beneficial.

A good grass based hay, such as Orchard grass, Timothy, Alicia, or Russell hay, is a good place to start looking for quality forage. Timothy tends to contain a bit more heavy stalks if it is baled late. A lot of horses seem to prefer the softer, wider blades contained in the Orchard grass type hay.

Alicia and Russell hays are grown primarily in the southeast, and are excellent choices. Alicia hay is made of a finer grass that tolerates drought well. Russell is a bit thicker with more protein. Coastal Bermuda hay is also an excellent choice to base your feeding program on.

When looking for a quality hay make sure to inspect the hay you are considering for purchase. Good quality hay should have a nice green color and a fresh smell. The hay should be free from dust and mold. It's worth the extra expense to make sure you are buying high quality forage to insure the health and well being of your horse.

Having the hay tested by your local agency for agriculture can also help you in setting up the best feeding program for your horse.

When setting up this program, take into account your horse's age, his activity level, and oftentimes his breeding. Some breeds are harder keepers meaning they require more download Windows 7 pro cheap supplementation in their diet to maintain proper weight than others. You'll need to be aware of this, so that you can plan accordingly for their dietary needs.

Basically, to keep your horse in optimum health find a good quality hay then provide whatever supplements they may need. Always have plenty of fresh clean water, a mineral block and exercise.

Yearning to read more about serious horse issues like cleaning, gaming, sporting, breeding, and even items like horse saddles? Come stop by our site and read all about equine care

cheap longchamp uk
cheap ray bans
cheap moncler uk
cheap longchamp
ray ban sunglasses uk
cheap ray ban
longchamp outlet
ray ban outlet uk
longchamp outlet uk
cheap longchamp bags
cheap michael kors uk
cheap ralph lauren
ralph lauren outlet uk
cheap ralph lauren
cheap moncler
cheap the north face
moncler outlet uk
the north face outlet uk
ralph lauren sale uk
moncler outlet uk
cheap moncler uk
michael kors outlet uk
cheap ray bans uk
cheap north face
cheap michael kors
moncler outlet uk

相关的主题文章:

Läs mer › 5

måndag 16 november


moncler outlet uk 3. Gingko is also popular because it is said to be helpful for boosting the circulation downstairs to the lower regions of the body.

Toppgalleriet

A Remedy for Men

pills because of the convenience factor. And even more unfortunately, remedies for impotence can make men healthier, more confident and increase libido with absolutely no side effects. medication include diarrhea, nausea, vomiting, strokes, permanent and temporary blindness and deafness.

1. Most impotent men are zinc deficient which can lead to their problem. You should supplement 15 to 30 mg of zinc daily. It is also recommended that 1 to 2 mg of coppe

A Remedy for Men

pills because of the convenience factor. And even more unfortunately, remedies for impotence can make men healthier, more confident and increase libido with absolutely no side effects. medication include diarrhea, nausea, vomiting, strokes, permanent and temporary blindness and deafness.

1. Most impotent men are zinc deficient which can lead to their problem. You should supplement 15 to 30 mg of zinc daily. It is also recommended that 1 to 2 mg of copper should be taken with zinc since zinc interferes with copper absorption.

2. Indian Ginseng is also extremely popular for a herbal treatment. It is said to be a natural aphrodisiac and has been shown to boost circulation downstairs.

3. Gingko is also popular because it is said to be helpful for boosting the circulation downstairs to the lower regions of the body.

4. Drinking water throughout the day is a simple way to lose weight and flush the body. You should aim to drink at least 125 ounces of water throughout the day. Next time you are hungry, try drinking 2 glasses of water.

5. Finally, it would be helpful to eat plenty of fruits and vegetables because of their dietary fiber content. Fiber will naturally flush toxins, plaque, cholesterol and other junk that can interfere with the body’s overall health. Eating 6 7 servings of fruits and vegetables with give you plenty of vitamins and minerals and also help with fighting impotence.

Imaging curing male impotence in less than 24 hours. Natural health research shows that there is a simple and effective way to cure an erectile dysfunction with simple remedies. Remedy Report.

cheap ray bans
cheap the north face
michael kors outlet uk
michael kors outlet uk
cheap longchamp
moncler outlet uk
cheap moncler

相关的主题文章:

Läs mer › 2

lördag 24 oktober

Jan-Anders (Jatte) Eriksson

Jatte vid Nasfjall_aug_2008_026
  • Jan-Anders Eriksson på Bron över Smuolejåkkå, aug -08

Toppgalleriet

I Toppgalleriet har vi nu äran och glädjen att presentera Jan-Anders Eriksson/Jatte.

Läs mer ›

lördag 28 maj

Anders Alm

Anders Alm

Toppgalleriet

”Anledningen till att jag en gång valde att bli frilansfotograf, istället för tryggheten med en anställning var att få tid och möjlighet att jobba med egna projekt.”

Läs mer ›

söndag 5 december


Hans Lindström

a

Satir, Toppgalleriet

toppmotet.se har den stora äran att få presentera en av Sveriges absolut skarpaste satirtecknare: Hans Lindström.

Läs mer ›

söndag 30 maj